Etica e impresa: la cooperazione di consumo attraverso l’Archivio Storico di Unicoop Tirreno

4 marzo 2011 pubblicato in Formazione

Ha da poco celebrato il trentennale e rinnovato il Protocollo d’intesa con il MIUR il Progetto di Educazione al Consumo Consapevole, nato come modello sperimentale unico in Italia negli anni 80 per una riflessione sul mondo dei consumi per le giovani generazioni, e diventato, nel corso degli ultimi decenni, offerta educativa strutturata che il sistema nazionale Coop ha formulato per il mondo della Scuola.

Suscitare nei giovani e giovanissimi interrogativi e atteggiamenti critici e riflessivi rispetto ai propri stili di consumo in rapporto al tema della corretta alimentazione, della sostenibilità ambientale ed economica, della influenza mediatica e del confronto interculturale, ha rappresentato sin dalle origini l’obiettivo educativo del progetto.

Unicoop Tirreno ha poi sempre cercato di mettere tra le priorità la contestualizzazione territoriale delle proposte educative, sottolineando la sua scelta di avere uno sguardo sempre molto attento alle realtà locali.

Negli ultimi anni l’orientamento delle proposte educative di Coop si è diretto verso i temi dell’educazione alla cittadinanza e alla centralità della dimensione etica del consumo.

E’ in questo contesto che è nato il progetto “Etica e impresa” frutto della collaborazione dell’Area di Educazione al Consumo Consapevole con l’Archivio e rivolto agli studenti delle scuole secondarie di secondo grado.

Il progetto, attraverso un percorso di ricerca storica, a partire anche dai materiali conservati presso l’Archivio, mira ad avvicinare i ragazzi non solo alla cooperazione, ma, come vedremo tra poco, anche ad una più approfondita conoscenza del proprio territorio. Le scuole coinvolte nel progetto sono il Liceo linguistico Joyce di Ariccia, l’Istituto tecnico agrario De Sanctis di Avellino, l’Isis Marco Polo – Carlo Cattaneo di Cecina e l’ITC Fibonacci di Follonica; il prossimo anno scolastico, il 2011 – 2012, parteciperà l’Istituto tecnico commerciale Besta di Orte.

Il percorso didattico si muove su due piani, uno macroscopico e l’altro “locale”. Da un lato, l’obiettivo è quello di offrire un quadro generale sul tema della cooperazione, fermando l’attenzione sulla dimensione sociale e le politiche della Coop verso i soci e i consumatori; si introdurrà il concetto cooperazione di consumo, dei suoi obiettivi, dei suoi organi decisionali, delle modalità di partecipazione.

Da qui prende il via il secondo piano del progetto, quello che vede l’approfondimento storico “locale” e che vede la partecipazione attiva dell’Archivio Il lavoro di ricerca delle scuole sarà inserito nella dimensione sociale del territorio, coinvolgendo e comunicando con la comunità locale: il percorso didattico punterà a studiare la storia e la cultura della cooperazione di consumo nel territorio attraverso una ricerca di documenti conservati tra gli scaffali dell’Archivio Storico Unicoop Tirreno o presso altri archivi o istituti culturali presenti sul territorio (archivi di Stato, archivi delle camere di commercio, archivi comunali, ecc…), o ancora raccogliendo interviste tra i cooperatori storici e le persone testimoni dei periodi oggetto di studio.

I percorsi didattici prevedono, oltre al lavoro con gli insegnanti, alcuni incontri degli studenti con animatori Unicoop (sia in classe che nei vari punti vendita) e, come accennato più sopra, una visita all’Archivio, dove, dopo una lezione sulla storia della cooperazione, dalle origini alla nascita di Unicoop Tirreno, i ragazzi potranno avere un primo approccio di ricerca con il materiale conservato in archivio.

Scopo finale dell’intero progetto vuole essere la condivisione, il coinvolgimento e la diffusione nella società dei risultati ottenuti.

Queste esperienze di ricerca e di promozione della cultura cooperativa, così come è sempre stato nello spirito della Cooperativa dell’Archivio, saranno condotte con l’ausilio delle nuove tecnologie, perché i risultati possano raggiungere un pubblico più vasto possibile.

Ti piace questo post?

Potrebbero interessarti

Agenda

agosto 2020

agosto: 2020
L M M G V S D
« giu    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  

Facebook

La parola del momento

#democrazia.