La miniera a memoria: la prima uscita pubblica di “Tesori di famiglia”

24 maggio 2018 pubblicato in In agenda

Lunminiera-a-memoria-2018-depliant-definitivo1edì 28 maggio alle ore 17,00, presso la Sala Conferenze dell’Archivio Storico, in via Liguria 1, si terrà l’iniziativa “Tesori di famiglia. Conservare la memoria è una passione contagiosa”. Si tratta della prima presentazione pubblica del lavoro portato avanti dalla Sezione Colline maremmane e dall’Archivio Storico in questi ultimi mesi: la presentazione si inserisce nel ciclo di iniziative “La miniera a memoria”.

La presentazione vedrà la partecipazione di Lucia Matergi, da anni impegnata nella promozione culturale del territorio, lavorando con scuole e istituzioni a fianco delle categorie deboli e marginali: tra le molte attività Matergi è Presidente dell’Istituto Gramsci di Grosseto e direttrice scientifica della Fondazione Luciano Bianciardi.

Durante la presentazione i corsisti presenteranno al pubblico i loro interessi e il materiale che hanno raccolto durante il corso.

Sarà un’occasione per esplorare un aspetto del territorio non ancora adeguatamente studiato, quello della ricreazione, dello svago: attraverso le parole dei frequentanti prenderanno vita figure ed eventi di cui si era perso la memoria. Si parlerà di una delle prime orchestrin del territorio nate nel dopoguerra, dei maggerini, dell’antico gioco di “palla a 21″, di transumanze, di nutrici e dolci.

L’iniziativa è volta non solo alla presentazione del nostro lavoro, ma anche a coinvolgere la popolazione del territorio e trovare così ulteriori storie che dormono nelle soffitte dei privati: sarà insomma un modo per rendere al territorio una parte di quelle storie che gli appartengono, per rimettere in circolazione racconti che sono la linfa vitale delle radici di questa parte di Maremma.

Scarica il depliant di La miniera a memoria

 

Ti piace questo post?

Potrebbero interessarti

Agenda

giugno 2018

giugno: 2018
L M M G V S D
« mag    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930  

Facebook

La parola del momento

#democrazia.