2012: Anno Internazionale delle Cooperative

11 ottobre 2011 pubblicato in La fondazione segnala

L’Assemblea Generale dell’ONU, durante la sessantacinquesima sessione plenaria del 18 dicembre 2009, ha proclamato il 2012 come Anno Internazionale delle Cooperative, con il significativo slogan Cooperative Enterprises Build a Better World (le imprese cooperative costruiscono un mondo migliore).

Gli anni internazionali dell’ONU sono dedicati a temi sociali, politici ed economici di rilevanza globale, e la cooperazione si inserisce nel solco tracciato, per restare agli ultimi anni, dalle foreste, dai giovani, dalla biodiversità e dall’avvicinamento delle culture.

Il nostro blog inaugura con questo post, dedicato all’approfondimento della risoluzione A/RES/ 64/136, una serie di interventi dedicati a questa occasione. Già nelle prossime settimane, infatti, ci occuperemo del sito ufficiale dell’International Year of Cooperatives e dell’Expocoop organizzata dall’Alleanza Cooperativa Internazionale (ICA), manifestazione che si terrà a Manchester alla fine del prossimo anno.

Ci sono alcuni punti di questo documento che riteniamo particolarmente importanti e che, a nostro avviso, meritano di essere sottolineati. In primo luogo, l’Assemblea Generale è molto netta nel riconoscere alle cooperative, nelle loro varie forme, un ruolo di primaria importanza nella promozione dello sviluppo economico e sociale di tutte le persone e in particolare di quelle più deboli o appartenenti alle minoranze socialmente svantaggiate.

Immagine scattata da Cristina del Moro

Il quarto punto della risoluzione invita i governi degli stati membri a promuovere azioni volte a favorire la crescita delle cooperative e il quinto, quantomai d’attualità ai giorni nostri, fa riferimento esplicitamente alla necessità di garantire alle cooperative la possibilità di competere alla pari con le altre imprese economiche e sociali in un ambiente socio-economico in rapida e continua evoluzione, anche attraverso incentivi fiscali e la garanzia di accesso ai servizi e ai mercati finanziari.

Immagine proveniente dall'Archivio Storico di Unicoop Tirreno

pannello espositivo dell'Archivio Storico di Unicoop Tirreno

Un ulteriore punto di interesse, in questi anni di marcata crisi economica e di forte instabilità del mercato del lavoro, è il ruolo che le Nazioni Unite riconoscono alle cooperative nella creazione di posti di lavoro; in particolare, nel punto 6d della risoluzione si invitano governi, organizzazioni internazionali e agenzie specializzate ad accrescere la consapevolezza pubblica promuovendo ricerche e raccolte di dati statistici per ricostruire l’impatto socio-economico delle cooperative a livello nazionale e internazionale.

Infine, ci preme sottolineare che nel punto 7 della risoluzione in esame l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite invita i governi e il movimento cooperativo a introdurre e sostenere programmi per migliorare l’accesso delle cooperative alle nuove tecnologie, argomento questo molto sentito dalla redazione di MemorieCooperative, che negli ultimi anni ha dedicato a ciò diverse iniziative, non da ultime quelle che hanno coinvolto le scuole del territorio su cui agisce la cooperativa.

Nei prossimi giorni sarà possibile scaricare dal nostro blog la traduzione in italiano della risoluzione A/RES/64/136.

Ti piace questo post?

Potrebbero interessarti

Agenda

ottobre 2019

ottobre: 2019
L M M G V S D
« set    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

Facebook

La parola del momento

#democrazia.