La Rosa a Livorno, ieri, oggi e domani

16 marzo 2016 pubblicato in La fondazione segnala
di Enrico Mannari

50x70_LaRosa

In occasione dell’apertura del “nuovo” punto vendita de La Rosa a Livorno pubblichiamo l’articolo sullo storico negozio di Enrico Mannari apparso sul Tirreno del 14 ottobre 2015.

Inaugurazione del Centro Mercato Coop a La Rosa - Livorno. 1977 mag. 5. Livorno (8)La “Coppona”, così come fu subito definita dai livornesi che sono bravi a rinominare cose e persone, ne ha fatta di strada. Era il 5 maggio del 1977 quando ci fu l’inaugurazione del Centromercato Coop “La Rosa”. Circa un anno prima, il 5 Aprile del 1976, l’allora Presidente, Sergio Meini, di quella che si chiamava “La Proletaria”, comunicava al consiglio di amministrazione che il Consiglio Comunale di Livorno aveva accolto la domanda per la concessione di un’area da destinarsi alla costruzione di un mercato coperto, nel piano di zona de “La Rosa”. Occorre ricordare che la progettazione del Quartiere La Rosa di Livorno, durante l’amministrazione comunale presieduta dal sindaco Nicola Badaloni, fu commissionata dall’Istituto Autonomo Case Popolari nel 1958 al famoso architetto Luigi Moretti (coadiuvato dagli architetti Barucci, Bellucci e Fagnoni). Dunque, in anni di una dura crisi economica, tra il 1974 e il 1977, caratterizzata da una inflazione galoppante, per contenere i costi e aumentare le vendite occorreva ristrutturare la rete di vendita ed intraprendere la strada dell’innovazione. Ecco quindi che si realizzava il primo supermercato integrato.

Senza alcun dubbio La “Coppona” dette al quartiere La Rosa il prestigio di un centro autonomo: attorno al punto vendita furono aperti la sede della Circoscrizione e via via la Banca, le Poste e altre strutture di servizio compresa la creazione da parte di Coop di un “parco” per bambini presso la Scuola primaria Lambruschini. All’interno del supermercato divennero collocati alcuni negozi di privati (calzature, bar, gioielleria, erboristeria ). Insomma, per gli anni in cui tutto ciò avveniva, fu una novità da tanti punti di vista.

I prezzi molto competitivi e le vantaggiosissime offerte  fin dall’apertura garantirono un grosso successo, maggiore di quello preventivato, come raccontava pochi giorni dopo al consiglio di amministrazione il dirigente del servizio vendite alimentari, Sergio Salvadori. Le immagini dell’inaugurazione testimoniano, in un clima di festa popolare, l’affluenza di tantissimi cittadini insieme alla presenza delle istituzioni, il sindaco Ali Nannipieri, il vicesindaco Massimo Bianchi, il presidente del Consiglio regionale Loretta Montemaggi, e, naturalmente, il presidente della cooperativa Sergio Meini. Si trattava di uno spartiacque importante dopo l’introduzione dei primi spacci self service degli anni sessanta: era l’avvio di un nuovo rapporto tra l’architettura degli spazi espositivi e di socialità, da un lato, e il consumatore, dall’altro. Era il modo di ragionare e di organizzare lo stesso lavoro che cambiava. Luciano Martelli, allora capo negozio, ricorda come ci fu “da parte dei dipendenti e dei tantissimi soci un grande senso di appartenenza alla Cooperativa, un vivissimo interesse al suo sviluppo, ed uno spirito di partecipazione che ha consentito a questo supermercato di diventare un centro di attrazione per tutta la città.” Un modello innovatore anche sul piano nazionale, che ha permesso, per tanti anni, di reggere la competizione sul mercato senza abdicare alla missione di difesa del potere d’acquisto dei soci e dei consumatori e della qualità dei prodotti venduti. Le ragioni della sua longevità e del suo successo ci raccontano come la scommessa per una cooperativa di consumatori sia sempre quella di reagire ai cambiamenti della società e del mercato congiuntamente alla capacità di mantenersi fedele ai principi e agli ideali originari.

Scarica l’invito

 

Ti piace questo post?

Potrebbero interessarti

Agenda

agosto 2019

agosto: 2019
L M M G V S D
« lug    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031  

Facebook

La parola del momento

#democrazia.