Cultura, libri e cooperazione

Enrico Mannari su Nuovo Consumo di luglio-agosto 2016

19 luglio 2016 pubblicato in La fondazione segnala

Enrico Mannari torna a parlare sull’ultimo numero di “Nuovo Consumo” dell’esperienza della Fondazione al Salone del Libro di Torino e riflette sul legame, che deve essere sempre più stretto, tra cooperazione e cultura.

Alla XXIX edizione del Salone Internazionale del Libro di Torino protagonisti anche l’Alleanza delle Cooperative Italiane Comunicazione – alla sua seconda presenza – e Librerie.coop che con questo debutto hanno festeggiato i primi 10 anni di attività all’insegna del claim“Coraggiosi, visionari, indipendenti”. In un Salone ricchissimo di proposte, il pubblico ha accolto con entusiasmo lo spazio gestito dal mondo Coop – fatto di editori, lettori, autori, distributori e librerie – premiando la qualità delle proposte editoriali e degli incontri. È in questo spazio che la Fondazione Memorie Cooperative è stata invitata a presentare il libro “La Coop di un altro genere“, in occasione del di incontri dal titolo Editoria e cooperazione: persone, valori, lavoro, innovazione sociale. Così abbiamo potuto dialogare con Maria G. Meriggi, docente di storia contemporanea dell’Università di Bergamo e del direttivo della Società italiana di Storia del Lavoro, e poi presentare il bel volume di Tito Menzani “Cooperative. Persone oltre che imprese“.13237830_1329372453745361_8062105441201090771_n

Un’esperienza che ci ha rafforzato nella convinzione che servano reti cooperative sul fronte culturale e comunicativo. Per dirla con Roberto Calari, presidente di Alleanza Cooperative Italiane Comunicazione: «Ci siamo resi conto che c’è bisogno, oggi più che mai, di cooperazione, di collaborazione, tra tutti i soggetti coinvolti nella filiera dell’editoria. C’è bisogno di costruire un tavolo di lavoro congiunto tra tutte le associazioni interessate per creare le condizioni per la nascita di nuovi strumenti e dare risposta al problema, per esempio, della distribuzione che interessa tutti gli editori indipendenti». Un convincimento ribadito da Nicoletta Bencivenni, presidente di Librerie.coop: «il mondo cooperativo, quando si unisce e riesce a valorizzare il lavoro di tanti soggetti, spesso piccoli ma con proposte di grande qualità, dà il suo meglio». E al Salone Internazionale del questo riconoscimento alla cultura cooperativa c’è stato, perché fare squadra è una condizione essen-ziale delle sfide future.

Ti piace questo post?

Potrebbero interessarti

Agenda

giugno 2017

giugno: 2017
L M M G V S D
« mag    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  

Facebook

La parola del momento

#democrazia.