Un bilancio del Salone del libro 2016

23 maggio 2016 pubblicato in La fondazione segnala

E’ terminata anche l’edizione 2016 del Salone Internazionale del libro di Torino. Come abbiamo scritto in precedenza, anche la Fondazione ha partecipato, nello stand dell’Alleanza delle Cooperative Italiane Comunicazione e Librerie Coop, per la presentazione del libro “La Coop di un altro genere”. Pubblichiamo quindi una galleria della nostra partecipazione all’evento e della presentazione del libro di Tito Menzani “Cooperative: persone oltre che imprese”; inoltre presentiamo un articolo tratto dal sito di Mediacoop che fornisce alcuni dati e interviste ai presidenti di Alleanza Cooperative Comunicazione e di Librerie Coop, utili a fare un bilancio della partecipazione del mondo cooperativo a questa edizione del Salone del Libro.

Si è chiusa la XXIX edizione del Salone Internazionale del Libro di Torino: una cinque giorni che ha visto tra i protagonisti anche l’Alleanza delle Cooperative Italiane Comunicazione e Librerie.coop. Quella di quest’anno è stata la seconda presenza al Salone Internazionale del Libro di Torino per l’Alleanza delle Cooperative Italiane Comunicazione. Per Librerie.coop, invece, la presenza al Salone è stata un debutto e l’occasione per festeggiare i primi 10 anni di attività all’insegna del claim “Coraggiosi, visionari, indipendenti”.

In un Salone ricchissimo di proposte, il pubblico ha accolto con entusiasmo lo spazio gestito dal mondo coop – fatto di editori, lettori, autori, distributori e librerie – premiando la qualità delle proposte editoriali e degli incontri. Oltre venti le cooperative che hanno preso parte alla kermesse, sia nella piccola arena al centro dello stand, che con iniziative e incontri specifici. Cinquanta gli appuntamenti promossi dall’Alleanza e dalle cooperative e da Librerie.coop, che hanno visto la partecipazione di oltre 200 relatori e grande curiosità intorno alle proposte di lettura dei librai di librerie.coop e dei piccoli editori.

“Per il secondo anno ci siamo presentati al Salone del Libro come Alleanza delle Cooperative e possiamo dire che il risultato è stato ancora una volta ottimo – commenta Roberto Calari, presidente Alleanza Cooperative Italiane Comunicazione -. Ci siamo resi conto che c’è bisogno, oggi più che mai, di cooperazione, di collaborazione, tra tutti i soggetti coinvolti nella filiera dell’editoria. C’è bisogno di costruire un tavolo di lavoro congiunto tra tutte le associazioni interessate per creare le condizioni per la nascita di nuovi strumenti e dare risposta al problema, per esempio, della distribuzione che interessa tutti gli editori indipendenti”.

“E’ stata un’ottima edizione del Salone per l’Alleanza delle Cooperative – aggiunge Carlo Scarzanella, co-presidente Alleanza Comunicazione – sia in termini di partecipazione di pubblico che di visibilità per le nostre cooperative. Abbiamo potuto mettere in primo piano tante tematiche importanti per la cooperazione, dalla promozione della lettura, al sostegno a tutta la filiera dell’editoria. La cooperazione può e deve giocare un ruolo fondamentale per il rilancio del settore dell’editoria e fare squadra è la condizione essenziale per tutti i progetti futuri”.

“Una prima esperienza molto positiva e stimolante – la definisce la presidente di librerie.coop, Nicoletta Bencivenni – che apre la strada a ulteriori collaborazioni: il mondo cooperativo, quando si unisce e riesce a valorizzare il lavoro di tanti soggetti, spesso piccoli ma con proposte di grande qualità, dà il suo meglio. Il Salone, ricchissimo di proposte, ha comunque premiato la nostra capacità di proporre una librerie aperta, accogliente, centrata su stimoli e percorsi di lettura e di approfondimento di qualità”.

“Un’edizione di ottimi risultati – conclude Andrea Ferraris, co-presidente Alleanza Comunicazione -. Abbiamo lavorato insieme per mettere al centro tematiche importanti per il mondo cooperativo. E ne è emersa una considerazione generale significativa: è un momento particolarmente proficuo per il settore della cultura. Lo abbiamo avvertito nei tanti incontri, anche con il mondo istituzionale. C’è attenzione di tutti i livelli, riconoscendo alla cultura un ruolo ampio, educativo, socializzante. E’ un’occasione importantissima che dobbiamo saper cogliere al meglio per tradurre in proposte concrete questi stimoli e questo fermento. In tutto questo la cooperazione può e deve avere un ruolo fondamentale. Sarà questa la sfida da affrontare al meglio per il dopo Salone del Libro”.

Ti piace questo post?

Potrebbero interessarti

Agenda

dicembre 2018

dicembre: 2018
L M M G V S D
« set    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  

Facebook

La parola del momento

#democrazia.